CAIRO 3 - CHI LA FA L'ASPETTI by Cristina
dot.gif (799 bytes)
eyes1743.jpg (2382 bytes)
Quella che segue fu la reazione di Cristina alla pubblicazione da parte mia di Cairo2. Se vi sembra un po' troppo "pesante", se vi sembra di non riuscire a capire fino in fondo con quali sentimenti Cristina abbia scritto queste pagine, non vi preoccupate. E' la stessa reazione che ho avuto io.

Ma solo per un momento.

So bene di poter contare sull'affetto e sull'amicizia di Cristina (cosi' come lei puo' contare sul mio e sulla mia). Temevo tuttavia che qualcuno sul newsgroup fraintendesse l'intenzione scherzosa e bonaria.

Però devo ammetterlo. Quel suo modo di chiamarmi "Later" non mi piace per niente...

Questa invenzione di Cri e' comparsa su isr_ban25.gif (3124 byte) il 2 marzo 1999.  


dot.gif (799 bytes)

Cairo 3 - Chi la fa l'aspetti (by Cristina)

elideia and cristina productions

presents: "Cairo 3 - Chi la fa l'aspetti"

Casting:

Patrizia
Alisha
Kaled
Selim

con la straordinaria partecipazione del nostro amato Xlater

regia: cristina

perfumed and flavored by elideia.

sound trak: "Enigma 2" - Michael Cretu.

-------------------------------------------------------------------------

"Puttana ...!"

"Baldracca!!"

"Baldracca a me?? ..." urlò Alisha con gli occhi fuori dalle orbite. "No, ma dico ti sei vista con quei due come hai già sporcato il mio racconto? ... tu e quella tua figa rotta da ninfomane perversa!!?"

"Io ... io ti strozzo te lo giuro mocciosa frignona da quattro soldi, hai ancora la bocca sporca di latte e ..."

E d'un tratto a due centrimetri da quelle lingue iniettate di veleno il loro sguardo rimbalzò verso un'unica direzione che le ammutolì all'istante ...

In fin dei conti le due donne stavano scornandosi per cosa ... Per una scopata? Per la prossima poltrona da diva nel racconto di un narciso? O ... o appunto per deliziare il febbricitante orgoglio del nostro X?

Ecco era proprio questo il punto e solo adesso Patrizia e Alisha se ne stavano rendendo conto!!

La cosa buffa fu che non solo il silenzio piombò come un tuono sul racconto, ma che le tre piramidi, intente ancora a petulare sul casino, ruotarono di 90 gradi le loro basi puntando minacciose verso la Rover del povero Later.

Solo adesso quel damerino da strapazzo stava capendo in che bel casino era finito e neanche il suo portatile l'avrebbe salvato da ciò che stava per succedergli.

Pat e Alisha si illuminarono d'uno sguardo sottile accennando un sorriso tutt'altro che rassicurante.

"Eh no eh!! Ragazze che intenzioni avete??" Xlater se le vedeva ora caricare lancia in resta verso la sua jeep ignorando le loro intenzioni.

" Ma ... ma che cazzo vi prende, avete starnazzato sino adesso ed ora che vi gira? Parlate per la miseria!!"

Niente da fare! Le due valchirie avanzavano senza pietà con lo sguardo minaccioso verso di lui.

Fu Alisha la prima a scattare atterrando Xlater sui sedili della Rover, Pat intanto aveva afferrato dei cavi dal pianale del cruscotto e balzata sulla pancia procedeva a suon di sberle a immobilizzargli polsi e caviglie.

In cinque minuti quelle due pesti l'avevano ridotto ad un salame seminudo, strappandogli persino le mutande.

"Basta vi prego, ho capito!! Vi giuro che non lo farò più ... La lezione mi è bastata ..."

"Sta zitto paparino!" esordì Patrizia col suo solito fare perverso "Che ti credi questo è solo l'inizio!!" Poi con quella flemma da gran puttana prese il musino di Alisha e avvicinato le sussurrò: "Mia cara diamo una lezione al nostro amato papà!"

"Ma che vuoi fare Pat? L'abbiamo già legato e preso a sberle, possiamo tirargli ancora qualche morsetto, chessò magari lì dove a te piace tanto giocar di lingua ... ma poi che vuoi fare?"

Patrizia la guardò scuotendo la testa, "Eh ... sei proprio una lattante! ... ma credi di sistemarla così sta faccenda?? Pensi che gli resterà impressa a lungo la lezione? Lascia fare a me e vedrai che regalino! Non se lo potrá mai più scordare!!"

Alisha la guardava attonita, non sapeva che pensare ed in cuor suo era anche un po' pentita per ciò che stava combinando. Guardava Pat allontanarsi in direzione di quella jeep dalla quale era sbucata.

Passarono alcuni istanti e dal buio riaffiorarono tre sagome dirette alla volta della Rover.

"Oh Dio no!" Tuonò allora Alisha "Ti prego Pat no! Che vuoi fare??"

"Stai zitta stupidella e fatti indietro!! Saettò Patrizia spingendo i gemelli avanti. I due camminavano come inebetiti, privi di reazione completamente soggiogati dal ghigno perfido di quella strega. Ci misero poco a raggiungere i sedili del fuori strada, giusto il tempo di vedere schizzare Alisha fuori dalla paura.

"No ... noo, no per Dio Pat che cazzo vuoi fare?? ... Noooo!!!" imploró X.

Pat lo raggiunse con una sberla al viso che gli stampó la guancia contro il sedile. I due gemelli seguivano come ipnotizzati il suo sguardo sadico che dava ora ordini di rivoltare il povero Later.

Kaled lo guardò per primo, fissando quelle natiche bianche e pelose inermi davanti a lui. Provava un senso di riluttanza ma le urla minacciose di Patrizia lo spingevano a fare il resto. Da dietro le sue spalle, Selim lo accompagnava, anch'egli succube, aiutando il gemello a sfilarsi i pantaloni.

Later aveva perso ogni parola, tremava ora al pensiero di ciò che presto l'avrebbe atteso.

"Avanti stupido! Avvicinati e fai quello che ti ho detto!!" tuonò Pat sulla testa di Kaled ... Il ragazzo si fece allora avanti brandendo l'arma che tanto avevo reso celebre Xlater nei suoi racconti ...

Sentiva il calore di quell'asta avvicinarsi sempre più alla sua pelle quando ... bip bip bip ... dal comodino del suo letto, la sveglia giunse come un deus ex machina a strapparlo da quel maledetto sogno!

"Wowwww .... Dio che nottata!!" Later stava finalmente riaprendo gli occhi ancora incredulo e madido di sudore per la gran fifa appena provata!

"Me la sono davvero scampata grossa!! ... Quelle due zoccolette da strapazzo stavano per fottermi ... altro che personaggi di carta e inchiostro!!"

"Mi sa che se ci scrivo un racconto nessuno mi crederà ... Però ... e se invece lo facessi?? Aspetta fammmici pensare!!!"

Lanciò le gambe fuori dalle coperte in direzione delle ciabatte, i suoi piedi sapevano dove andare ... una stiratina alla spina dorsale e poi via verso quella tastiera che avrebbe dato corpo al suo ennesimo racconto!!

con simpatia,

cri

Home Page

dot.gif (799 bytes)
Per scrivere a Xlater: xlater@hotmail.com

cup2.jpg (17687 bytes)